Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Portale Epatite e malattie del fegato
Malattie autoimmuni

probabile colangite sclerosante

Gentile Professore buongiorno, ringraziandola per risposta fornitami al quesito del 27-12-19 le chiedo,se puo',spiegarmi con chiarezza quanto segue : l'ecografia 2018 effettuata da un epatologo ha dimostrato vie biliari di sinistra con irregolari dilatazioni e restrigimenti - epatomegalia- colecisti sovradistesa,idropica,senza calcoli allì'interno la TAC senza mezzo di contrasto di qualche giorno fa (effettuata per altre ragioni, non per lo studio delle vie biliari)quindi a distanza di un anno dimostra : Nei limiti della mancata somministrazione di mdc non evidenti alterazioni a carico del parenchima epatico. ci fosse stata un evoluzione cirrotica o un epatomegalia la tac senza mdc lo avrebbe visto con certezza? o vi e' la possibilita' questo non si veda a questo esame? Colecisti normodistesa,a pareti regolari,priva di calcoli iperdensi al suo interno- la colecisti,anche in esami passati,compresa la colangio rmn e' sempre stata trovata sovradistesa,idropica a causa di fango biliare,nonostante l'assunzione del deursil- ma le vie biliari erano normali. proprio in questi giorni all'eco appare sovradistesa alla TAC normale, a chi dobbiamo credere? questa colecisti sovradistesa,sia pur senza calcoli,o forse con fango biliare potrebbe essere la causa della colestasi cronica? o semplicemente e' il risultato di anomalie delle vie biliari non visibili alla tac senza mdc? come sintomi lotto da sempre con : senso di facile pienezza gastrica gonfiore addominale difficolta' digestive senso di stomaco contratto-indurito- a volte dolore bocca dello stomaco e schiena- si consideri pero' soffro di reflusso gastroesofageo Infine,ma non per importanza, alla tac : vie biliari intra ed extra epatiche non dilatate. Mentre lo scorso anno all'ecografia quelle di sinistra dimostravano irregolari dilatazioni e restringimenti. Saro' migliorata dal 2018 al 2019? ricordo che al medico mi effetto' l'ecografia gli chiesi se riusciva a vedere le vie biliari intraepatiche e mi disse che con l'ecografia era difficile ,pertanto mi chiedo : sia pur senza mdc la tac segnala che le vie biliari intra ed extraeptiche sono non dilatate...vuol dire che quantomeno le vede...ma con che affidabilita'?per scrivere che non sono dilatate le misurano? senz'altro mi e' chiaro dovro' fare una colangio rmn- volevo solo capire se la tac ha confutato l'ecografia precedente o gli esami vedono cose differenti, in quanto : chi fa l'ecografia dice che in mani esperte l ecografia e' piu' affidabile della tac per lo studio delle vie biliari il chirurgo dice che l'ecografia non ha valore diagnostico in quanto operatore dipendente ,senz'altro meglio la tac. Insomma,la tac dimostra che il fegato e le vie biliari sono migliorate...o semplicemente dice che l'ecografia 2018 e' stata errata? o ancora...rimane inaffidabile come l'ecografia? una colangio rmn potrebbe comunque dimostrare delle anomalie delle vie biliari che la tac non ha dimostrato? Infine pero' di una cosa mi sono accorta . chi mi ha fatto l'eco mi ha controllato per diverso tempo la milza dove avevo delle cisti- ne ha trovata solo 1 da 1,1cm- la tac invece ne ha segnalate 3- quindi qualcosa in piu la vede. Le sarei grata se riuscisse a rispondermi singolarmente ad ogni quesito. Grazie
Dott.PietroInvernizziMedico specialista in Gastroenterologia
UOC Gastroenterologia
ASST Monza

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buon giorno,
posso scriverle che l'ecografia addome ha una minore capacità di dare dettagli rispetto a TC e risonanza. In questo spazio di "L'esperto risponde" non permette di entrare tanto nel merito di situazioni specifiche perché mancano tante informazioni utili per gestire i singoli pazienti. Le suggerisco quindi di parlarne con l'epatologo che la segue.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione