Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Portale Epatite e malattie del fegato
Malattie autoimmuni

colangite sclerosante

Gentile Dottor Carbone buongiorno,ringraziandola per la risposta ricevuta il 3 Maggio le chiedo : un ecografia fatta in un paziente che da anni dimostra alterazioni di gamma gt,e transaminasi,e nell'ultima volta anche fosfatasi alcalina poi subito rientrata renderebbe l'idea di una fibrosi avanzata tipo F3 come suggerito dal fibroscan? l'ecografia dimostra epatomegalia non rilevabile alla palpazione (anche l'elasticita' del fegato si dimostra..''normale'' alla visita medica) - lieve steatosi. Ora mi chiedo...l'ecografia ci puo' dare qualche ragguaglio in piu' insieme al fibroscan? posso avere un fibroscan a 12kpa ed all'eco avere solo ''lieve steatosi''? considerando che ho fatto il fibroscan con transaminasi a 170 ,gamma gt a 400,e fosfatasi alcalina a 250- La domanda e'...si puo' avere un fibroscan a 12kpa e l'eco dimostra epatomegalia e ''lieve steatosi''? questo 12 kpa puo' dipendere dai valori epatici alti nei giorni dell'esecuzione? o questi valori epatici alti,magari negli anni hanno creato veramente una fibrosi F3? l'eco lo dimostrebbe in qualche modo? per es. con steatosi moderata o grave? Grazie
Dott.MarcoCarboneSpecialista in Gastroenterologia ed Epatologia
ASST Monza - Centro per le Malattie Autoimmuni del Fegato

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Salve
anche la steatosi (grasso nel fegato) può inficiare l'interpretazione dell'esito del fibroscan.
Quello che l'ecografia invece può mostrare con una buona specificità, ma scarsa sensibilità, sono i segni di malattia avanzata (cirrosi).
Cordiali saluti

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione