Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Portale Epatite e malattie del fegato
Malattie autoimmuni

colangite sclerosante

Buongiorno, ma in un quadro di colestasi cronica -asintomatica o con sintomi molto sfumati ( sintomi a volte gonfiore addominale,dolore simile al colon irritabile,facile pienezza gastrica...) da colangite sclerosante, e' normale avere gli acidi biliari nel sangue alti ( tra 50 e 70)? saranno proprio questi che provocano la fibrosi del fegato? e' il farmaco in sperimentazione FXR che promette di poterli ridurre riducendo quindi la loro concentrazione e quindi il danno epatico su dotti biliari e fegato? vi sono riscontri aggiornati sulla sua efficacia? in che fase e'? e' normale avere il colesterolo alto oltre i 300,sia pur con un hdl abbastanza alto e quindi con un rischio cardiovascolare basso? di contro trigliceridi a 47? Ma la diagnosi di colangite sclerosante puo' essere confusa ,da un occhio non esperto di questa rara malattia , con qualche altra causa che provoca inrregolari restringimenti e dilatazioni delle vie biliari in un paziente che presenta valori di colestasi alterati da anni pur asintomatico? una colecisti sovradistesa,idropica da anni potrebbe esserne la causa?visto che le vie biliari sono quelle di sinistra? pur senza dar sintomi? perdoni le varie domande. Grazie
Dott.MarcoCarboneSpecialista in Gastroenterologia ed Epatologia
ASST Monza - Centro per le Malattie Autoimmuni del Fegato

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buongiorno

Cerco di rispondere in maniera ordinata e sintetica ai tanti quesiti.
Gli acidi biliari non sono un test usato nella pratica clinica in soggetti affetti da CSP per la sua elevata variabilità.
In Italia a breve inizierà un trial clinico fase III con agonista dell FXR - contiamo in buoni risultati!
Il colesterolo elevato è frequente in corso di molestasi cronica. Tuttavia l'ipercolesterolemia andrebbe trattata in base al rischio cardiovascolare del singolo paziente come in chi non ha la CSP o altra malattia colestatica cronica.
La diagnosi di colangite sclerosante puo' essere confusa - pertanto la diagnosi deve essere eseguita da ematologia esperti della malattia.
Un cordiale saluto

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione