Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Portale Epatite e malattie del fegato
Malattie autoimmuni

Parere

Dolori addominali
Perdita peso
Egregi Medici, chiedo cortesemente un parere circa la refertazione di seguito indicata,. Ho 63 anni e convivo da oltre 15 con una colangite autoimmune. Nell' ultimo anno ho perso circa 15 chili di peso, ho frequenti dolori addominali e mi sento molto stanca. I marcatori tumorali sono nella norma. Referto: COLANGIO-WIRSUNG RM: Nei confronti del precedente del 08.02.2019 eseguito in altra sede: persistono, sostanzialmente invariate, l'ectasia del dotto epatico comune (calibro massimo 12 mm) e del dotto principale di destra (9 mm) e di sinistra (7 mm). Persiste inoltre lieve maggior rappresentazione delle vie biliari intraepatiche a livello segmentario e subsegmentario che presentano profili finemente irregolari. Colecisti ben distesa, alitiasica. Ectasici il dotto cistico, tortuoso, e il Wirsung con evidenza di alcuni dotti secondari. Sostanzialmente invariate le dimensioni della formazione tenuemente iperintensa nelle sequenze T2-W alla cupola epatica in S8 (angioma? altro? reperto non ulteriormente caratterizzabile all'esame odierno. Utile a giudizio clinico approfondimento ecografico e/o follow up). Si segnala lobo di Riedel. Regolari milza, pancreas, surreni e reni. Non liquido libero endoaddominale; persistono alcuni piccoli linfonodi paraortici. Ringrazio anticipatamente se mi potete rispondere e se mi potete dire se è il caso di farmi rivedere dall'epatologo che mi segue. Distinti saluti. Gabriella Ps; mi scuso se questa domanda vi era già pervenuta, ma ho avuto problemi con le mail
Dott.MarcoCarboneSpecialista in Gastroenterologia ed Epatologia
ASST Monza - Centro per le Malattie Autoimmuni del Fegato

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buongiorno

La RMN conferma un quadro noto di colangite sclerosante con causa da definire (primitiva? secondaria?).
Per questo sarebbe opportuno far valutare il quadro ad un epatologo esperto in malattie autoimmuni e biliari.
Un cordiale saluto

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione